Author

carlo

Browsing

Sette idee per partire da soli, in Italia e all’estero

COPENAGHEN – Se siete da soli e non ne potete più di offerte di viaggi per coppie, ecco alcuni suggerimenti per viaggiare da soli, senza ansia e, anzi, godendosi appieno la libertà di muoversi e di prendersi cura di sé. Magari proprio a san Faustino, che il 15 febbraio festeggia chi non ha ancora incontrato l’anima gemella.

Discese notturne in Valtellina – A Santa Caterina Valfurva e a Bormio, famose e bellissime località di montagna della Valtellina, si scia anche di sera sotto le stelle sulla mitica pista intitolata a Deborah Compagnoni e sul suggestivo tracciato Stelvio. Si scia al tramonto di venerdì, 15 febbraio, fino a sera con le luci e le fiaccole accese che delimitano le piste. E’ l’occasione per godersi un weekend all’insegna dello sport, del benessere e del buon cibo delle due località di montagna valtellinesi. 

Arte e luce a Copenaghen – D’inverno la capitale danese è piena di atmosfera, con angoli suggestivi e i canali imbiancati dalla neve. Nel mese di febbraio, inoltre, c’è un ricco calendario di eventi e di spettacoli; tra questi il “Copenaghen Light Festival” è una manifestazione con installazioni, attrazioni luminose e giochi di luci gratuiti che interagiscono con le architetture e gli spazi urbani e che illuminano la città. Le opere d’arte, disseminate in 40 diversi luoghi tra le strade, i parchi o lungo il porto, sono tutte da scoprire, da soli o con tour guidati, a piedi o in battello tra i canali. In occasione del festival è aperto fino al 25 febbraio anche il celebre parco dei divertimenti Tivoli, con varie attrazioni che illuminano i suoi giardini. Tra le opere più belle, meritano di essere scoperte: “Fumo colorato sotto i ponti”, installazione realizzata dagli artisti Hans e Madsen che si basa su un gioco di luci tra gli archi, l’aria e l’acqua sotto i ponti di Slotsholmen, dove con l’uso del fumo e dei colori si creano nuovi spazi urbani, dando libero sfogo all’immaginazione e alla curiosità. Sulla Kulturtårnet (la torre della cultura) si proiettano i video artistici “Flow” di Tokyo Blue con composizioni cromatiche astratte, mutevoli e lente, mentre City & Harbour ha previsto una grande installazione di Jakob Kvist per la nuova costruzione di Århusgadekvarteret: è una scultura luminosa composta da 16 fasci di luce raggruppati in un quadrato che creano una colonna di luce innalzata nel cielo, visibile da tutta Copenaghen. Sul lago del Tivoli, infine, si svolge la “Profezia di Vølven”, uno spettacolo di suoni e luci, accompagnato da musica elettronica, che racconta la storia della mitologia nordica; il lago è illuminato da 33 lampade sospese create dall’artista dano-islandese Olafur Eliasson che galleggiano tra gli alberi, formando delle 

Sauna a piedi nudi – Se amate la montagna e avete bisogno di staccare la spina e di dedicarvi del tempo, il lussuoso Romantik Hotel Turm di Fiè allo Scilar, in provincia di Bolzano, propone un’esperienza indimenticabile a contatto con la natura. All’interno della sauna dell’edificio duecentesco con vista sulle Dolomiti, una distesa soffice e profumata di pino mugo regala le stesse sensazioni di quando si passeggia nel bosco. Il pavimento ricoperto da strati di ramoscelli freschi, morbidi e calpestabili offre i benefici del trattamento kneipp, che stimola la circolazione, e delle proprietà balsamiche e rilassanti dell’aroma di pino mugo. Il suo olio essenziale, infatti, allevia i dolori muscolari e cura le vie respiratorie. All’uscita dalla sauna c’è un percorso kneipp che, con acqua fredda, restituisce energia e vitalità per affrontare dopo il meritato relax un’altra giornata sugli sci. 

Al caldo del Mar Rosso – E’ il classico dei classici: il villaggio turistico consente di fare una vacanza in totale libertà ma senza sentirsi mai del tutto soli. Si fa sport, si assiste a spettacoli e si fanno escursioni di gruppo, lasciando a ognuno la libertà di scegliere ciò che preferisce. Partendo il 16 o il 23 febbraio è possibile recarsi al caldo del Mar Rosso per scoprire la barriera corallina o distendersi sulla sabbia bianca di Marsa alam, Sharm el Sheikh o Marsa Matrouh. Immancabile è l’escursione nel deserto a dorso di cammello. I tour operator Veratour e Eden Viaggi propongono diversi villaggi, ognuno adatto alle proprie esigenze.

Alla maratona di Siviglia – Si corre il 17 febbraio per le strade e i monumenti del capoluogo andaluso: il percorso è di 42 chilometri e 195 metri e si svolge lungo le vie della città, partendo e arrivando allo stadio Olimpico dell’isola della Cartuja. E’ l’occasione per scoprire questa bellissima e accogliente città spagnola, partendo venerdì mattina e rientrando la domenica sera, dopo aver partecipato alla gara sportiva (www.zurichmaratonsevilla.es). Ecco, per chi ha poco tempo a disposizione, 7 cose immancabili da fare in città: visitare il palazzo reale, antica fortezza araba e mirabile esempio dell’architettura mudéjar con saloni, cortili e giardini; entrare alla Giralda, emblema della capitale andalusa, la torre campanaria della cattedrale gotica e rinascimentale insieme; passeggiare nel quartiere Triana sulla riva occidentale del Guadalquivir, che racchiude l’anima antica e quella moderna della città. Fotografarsi a plaza de España, la bellissima e scenografica piazza decorata con ceramiche e marmi all’interno del parco di Maria Luisa, e visitare Casa di Pilato, capolavoro dell’arte rinascimentale del XV secolo. Infine, assistere a uno spettacolo di flamenco e “tapear” nelle vie del quartiere ebraico fino a notte fonda.

Bansky e la street art a Milano – Irriverente, anticonformista e illegale: è la mostra sul writer Bansky, mai autorizzata dall’artista di Bristol, che il Mudec di Milano ha organizzato fino al 14 aprile. Nel museo di via Tortona nel capoluogo milanese sono esposte 70 opere dello street artist “senza volto”, la cui reale identità è ancora sconosciuta. La mostra, intitolata “The Art of Bansky, a visual protest”, raccoglie dipinti, sculture, stampe, fotografie e video che illustrano con uno sguardo retrospettivo il lavoro dell’artista. Da sempre Banksy si dissocia dalle mostre didattiche e soprattutto a pagamento, quindi anche il Mudec per rispetto al writer ha già fatto sapere che l’esposizione di Milano “non è ufficiale né autorizzata”. 
Chi ama la street art ha a disposizione un tour tematico organizzato dall’associazione Another Scratch In The Wall, che anche il 15 febbraio parte alla scoperta delle opere d’arte di strada dei quartieri milanesi: il percorso dura circa due ore ed è disponibile in italiano e in inglese. E’ consigliabile indossare scarpe comode per camminare e acquistare un biglietto per salire sugli autobus. Il costo del tour di 10 euro e 50 è interamente investito in progetti per fare crescere la cultura dei graffiti e della street art a Milano. Vicino al Mudec c’è anche la possibilità di imbarcarsi su un battello e navigare da qualche ora fino a un’intera giornata, ammirando lungo il corso dei Navigli progettati da Leonardo paesaggi inediti, per poi in bici o in carrozza scoprire sentieri naturalistici e storici. Venerdì 15 febbraio è possibile seguire la linea delle Conche, partendo dall’Alzaia Naviglio Grande 4 alle 15, alle 16.05, alle 17.10 e alle 18.15. Il biglietto costa 12 euro.

Il cibo del mondo in una via di Londra – Upper Street, nel quartiere Islington di Londra, nella parte nord della metropoli, ha un primato: è la strada d’Europa con il maggior numero di ristoranti. Su circa un chilometro di via, infatti, si può mangiare in 400 diversi locali: dall’italiano “Radici” al turco “Gallipoli”, dall’indiano “Masala Zone” al giapponese “Tenshi”, dallo scandinavo “Rok” al messicano “Wahaca”. E’ come fare un giro del mondo gastronomico in pochi passi ed è solo una delle numerosi occasioni per visitare la capitale britannica e lasciarsi sedurre dalle sue tante proposte. In questo caso il cibo etnico è il protagonista del tour a Islington, quartiere residenziale, dove si va per vedere l’Arsenal che gioca, per fare shopping a Camden’s Passage, delizioso mercatino del vintage, o per compiere un pellegrinaggio fino a Canonbury Square, dove George Orwell scrisse 1984. La vera attrazione del quartiere resta comunque Upper Street, dove i ristoranti offrono la cucina di tutto il mondo in una grande scorpacciata multietnica, con locali a buon mercato aperti fino a tardi e i marciapiedi affollati di gente fino alle ore piccole. Insomma, un luogo dove stare bene e non sentirsi affatto da soli.

fonte ANSA

0100%

LISTA NOZZE CHIUSA!

Se intendi contribuire al Viaggio di Giacomo e Mafalda chiama al numero 0372458030 per ulteriori informazioni oppure compila subito il modulo qui sotto per essere contattato e inviare un messaggio agli sposi! 

immergersi nelle antichità del centro America e un tuffo nel mare dei Caraibi

IL NOSTRO VIAGGIO: 

3 giorni nella Grande Mela

Soprannominata la Grande Mela, New York, cosmopolita per eccellenza, resta una delle mete turistiche più desiderate del mondo, un set che non smette mai di ispirare scrittori e registi. New York raccoglie il meglio dell’arte, del design, dell’architettura e della musica di tutto il mondo. I luoghi più caratteristici della metropoli sono i grattacieli come l’Empire State Building e l’estesa zona di Central Park, il teatro di Broadway è illuminato dai neon di Times Square.

3 giorni a Città del Messico è un’affascinante capitale che, con le sue numerose attrazioni, non può che conquistare ogni turista. Con 16 delegazioni e 300 quartieri, le colonias, costituisce infatti uno degli agglomerati urbani più grandi al mondo, i cui contrasti possono sopraffare chi la visita per la prima volta. La maggior parte delle attrazioni turistiche si concentra nel centro storico con la famosa Plaza de la Costitutiòn dove dalle sue strade si snoda il patrimonio artistico, culturale e storico della città.

La splendida Morelia per 3 giorni, capoluogo del Michoacàn, uno stato nella zona centrale del Messico, che dalle montagne della Cordillera Neovolcànica si estende fino all’Oceano Pacifico, dal 1991 è iscritta nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO grazie al suo suggestivo centro storico coloniale, perfettamente conservato. Il centro storico della città mantiene il suo antico aspetto coloniale spagnolo, anche i nuovi edifici ripropongono facciate di pietra calcarea ispirata proprio a quello stile, che si fonde con le influenze della cultura preispanica e delle tradizioni del luogo.

3 Notti a Mérida, la vivace capitale dello stato messicano dello Yucatán, è un paradiso tranquillo. La tranquillità della città e la bellezza delle sue strade ne fanno un luogo di eleganza e contrasto tra case coloniali, rovine maya e architettura.  Il punto centrale della città è rappresentato da Plaza de la Independencia, circondata dalla Cattedrale di Mérida, simile a una fortezza, e dall’Iglesia de la Tercera Orden, in pietra calcarea bianca, entrambe chiese dell’epoca coloniale costruite utilizzando resti di antichi templi maya.
Secondo The Guardian, Merida è stata nominata tra i primi posti al mondo da visitare nel 2017. Lonely Planet ha nominato Merida come la capitale americana della cultura nel 2017 per la sua musica vivace e la sua sfarzosità culturale.

Uxmal e Kabah sono due antiche città Maya situate a sud di Mérida. Comprendono due dei siti archeologici più importanti della penisola dello Yucatan. Uxmal, che nell’antico linguaggio Maya vuol dire “Tre volte ricostruita”, venne fondata nel VI secolo d.C., raggiungendo il suo massimo splendore durante il Periodo Classico Maya, quando fu eletta centro cerimoniale più importante dalla civiltà Puuc. La struttura più imponente è la grande piramide dell’Indovino, alta 30 metri e sarebbe il risultato finale di cinque fasi di edificazione.  El Cuadràngulo de las Monjas è certamente l’edificio più elegante e maestoso del sito archeologico di Uxmal, insieme a El Palacio del Gobernador e al campo adibito al gioco della pelota. Kabah è anch’esso un sito Maya sulla penisola dello Yucatan collegato alla vicina Uxmal da una strada rialzata cerimoniale. I suoi edifici risalgono al IX secolo e sono in stile architettonico Puuc. Kabah è meglio conosciuto per il suo straordinario palazzo completamente ricoperto da maschere del dio della pioggia Chac, questa massiccia ripetizione di un singolo insieme di elementi è insolita nell’arte Maya e offre uno spettacolo impressionante, ad aggiungere ulteriore magia al luogo è la foresta, che avvolge per intero il sito archeologico.

Nella penisola dello Yucatán, all’interno dello Stato omonimo, è situato uno dei siti archeologici più famosi e sorprendenti al mondo: Chichén Itzá, il complesso monumentale realizzato dalla popolazione Maya, che ad oggi figura tra i meglio conservati e più visitati di tutto il Messico. Nel 1988 all’area è stato conferito il riconoscimento di Patrimonio UNESCO, giusto titolo ad un sito archeologico che è stato definito come una delle nuove Sette Meraviglie del Mondo nel 2007. Il centro della città è dominato dalla grande piramide di Kukulkan, caratterizzata da quattro scalinate che corrono lungo tutti i lati. Altro tempio di notevole rilievo è il Tempio dei Guerrieri, una grande piramide a gradoni circondata da alcune file di colonne rappresentanti altrettanti guerrieri Maya. Sulla sommità della piramide svetta un altare utilizzato per i sacrifici. Una delle particolarità degne di nota è il campo di pelota più grande dello Yucatán, lungo ben 166 metri e largo 68. Non meno interessante è l’edificio definito El Caracol, corrispondente ad un osservatorio astronomico.

Ultima tappa del viaggio  5 notti a Isla Mujeres, isola situata di fronte alla città di Cancun, e anch’essa inclusa nello Stato del Quintana Roo. Si estende per poco più di 7 chilometri ed è larga circa 650 metri. L’isola offre alcune spiagge a dir poco stupende, il cui richiamo è talmente forte che ogni anno la zona viene raggiunta da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo. Autentico paradiso per gli appassionati di snorkeling, l’intera area offre acque limpide e cristalline, oltre che fondali meravigliosi, caratterizzati da una fauna ed una flora marina assai preziose. Facendo diving si potranno esplorare grotte sottomarine, antichi relitti abbandonati sul fondo del mare e persino un interessante museo subacqueo, situato a circa otto metri di profondità, nel quale sono conservate diverse sculture realizzate dall’artista britannico Jason deCaires Taylor. Tra le dieci spiagge più belle al mondo, Playa Norte, che incanta i visitatori con la sua sabbia candida accarezzata da acque limpidissime.

Vuoi aggiungere un commento a questo articolo?
Effettua il Login sul nostro blog e lascia il tuo messaggio agli sposi

TECNOFOTO va in MAROCCO, by ACDS VIAGGI

Il 5 Marzo 2019 torna il consueto appuntamento col Marocco e le sue bellezze da catturare con l’obiettivo

Con la preziosa collaborazione del Fotografo Professionista Giuliano Rosani di TecnoFoto in Corso Garibaldi Cremona.

Siamo giunti alla terza edizione del viaggio più fotografato della città.

Si perché questo non è un viaggio qualunque, ma un viaggio fotografico ed a suoi partecipanti permette di godere di una vacanza esclusiva con in più una giuda fotografica professionista.

Giuliano ti suggerirà come “cogliere l’attimo”, l’istante, la luce, il colore, l’immagine da condividere.
Se sei un appassionato di fotografia o sei alle prime armi con la macchina fotografica non fa differenza.

Vieni in agenzia Al Centro Del Sistema in via Felice Geromini 4 a Cremona e partecipa a questa meravigliosa esperienza.

Destinazione Chefchaouen, Fes, Meknes, Rabat, Tangeri


Dall’aurora boreale in Norvegia fino alla fioritura dei mandorli a Maiorca, passando per la nidificazione dei fenicotteri in Sardegna, ecco le meraviglie della natura tutte da gustare.

Siete amanti dei viaggi e della natura? Allora di sicuro conoscete tutti i fenomeni naturali che, mese dopo mese, avvengono in ogni angolo del mondo. C’è chi va a caccia dell’aurora boreale in Norvegia e Islanda, chi invece preferisce guardare da vicino l’esplosione di colori della fioritura dei mandorli a Maiorca, chi ancora si reca in Quebec per osservare le balene.

Ecco allora 12 viaggi imperdibili, uno per ogni mese, a caccia degli splendidi fenomeni naturali del mondo.

Gennaio – Maiorca, fioritura dei mandorli

Il periodo ideale è tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio. L’isola spagnola si tramuta in un caleidoscopico di colori grazie alla fioritura di centinaia di mandorli. Il bianco e rosa diventano i colori principali: da non perdere Manacor e la Sierra di Tramuntana.

Febbraio – Maldive, spiaggia blu

Le Maldive sono famose in tutto il mondo per panorami mozzafiato e spiagge cristalline. A febbraio poi le acque nell’isola Vaadhoo diventano di un colore blu fosforescente in virtù della bioluminescenza del fitoplancton. In realtà sembra che il cielo stellato venga inghiottito dal mare, dal quale si può assistere a uno spettacolo incredibile per gli occhi e per il cuore.

Marzo – Giappone, hanami

I giapponesi sono grandi amanti dei fiori. A marzo inoltre si tiene l’hanami, tradizionale osservazione poetica dei fiori. In questo periodo sbocciano i ciliegi, autentico spettacolo naturale assolutamente imperdibile.

Aprile – Hallerbos, fioritura dei giacinti e delle campanule

Ad Hallerbos, foresta blu non distante da Bruxelles, aprile è un mese magico perché l’intero luogo, circa 522 ettari, si tinge di blu. Fioriscono i giacinti e le campanule. Incantevole.

Maggio – Quebec, osservazione balene

Se almeno una volta nella vita volete ammirare le maestose balene è in Quebec (Canada) che dovete andare, precisamente a Tadoussac in maggio. Qui, grazie alla massiccia presenza di plancton, i grandi cetacei si avvicinano nella baia e sono molto frequenti gli avvistamenti.

Giugno – Sardegna, nidificazione dei fenicotteri

Amate i fenicotteri rosa? Allora è in Sardegna che dovete andare, al Parco Naturale Regionale di Molentargius. I fenicotteri nidificano a giugno ed è possibile vederli in azione durante tutto l’anno.

Luglio – Cile, eclissi totale di Sole

Il 2019 sarà l’anno dell’eclissi totale di Sole. Appuntamento il 2 luglio in Cile, dove lo spettacolo spaziale sarà visibile al meglio. L’osservatorio dell’Eso di La Silla aprirà le porte ai visitatori per spiegare meglio l’evento e, ovviamente, per farlo vedere in una maniera unica.


Agosto – Sicilia, schiusa delle uova delle tartarughe

Sulla famosa spiaggia dei Conigli di Lampedusa, in Sicilia, ad agosto si tiene un evento unico: la schiusa delle uova delle tartarughe marine Caretta Caretta.

Settembre – Francia, vigneti

Settembre è il mese della vendemmia. In Francia i colori dei vigneti che passano dall’estate all’autunno sono imperdibili. Ovviamente si potrà assistere alla raccolta dell’uva, assaggiare il vino e vivere un’esperienza incredibile.

Ottobre – Italia e Svizzera, Treno del Foliage

Una delle più belle esperienze da fare all’inizio dell’autunno è quella di fare un viaggio con il Treno del Foliage. Si tratta di un treno storico che collega l’Italia e la Svizzera e che passa in antri naturali bellissimi tra boschi e montagne.

Novembre – Australia, migrazione dei granchi

Se amate la fauna marina appuntamento imperdibile nell’isola di Christmas Island, in Australia, quando si tiene la migrazione dei granchi. Si può assistere a uno spettacolo unico nel suo genere: milioni di granchi rossi che migrano attraversando l’isola per arrivare sulla costa e deporre le uova. Per il 2019 il periodo più indicato dovrebbe essere tra il 22 e 24 novembre o tra il 21 e 23 dicembre.

Dicembre – Norvegia, aurora boreale

Per poter vedere di persona l’aurora boreale, ve lo diciamo subito, c’è bisogno di una buona dose di fortuna. Provate a dicembre alle isole Svalbard, nell’Oceano Artico. Si organizzano tantissimi tour alla ricerca dell’aurora boreale, anche in motoslitta.

fonte RADIO MONTECARLO.NET

Tra festival musicali, anniversari e celebrazioni ecco i Paesi da visitare l’anno prossimo

Il desiderio di vivere momenti unici è uno dei trend che più si sono affermati in questi ultimi anni: quello dei viaggi esperienziali, itinerari personalizzati arricchiti da proposte a tema siano esse culturali, sportive, oppure naturalistiche e gastronomiche.

Dal Gran Canyon americano fino ai colossi avveniristici di Shanghai ecco, suggeriti dai consulenti per viaggiare di CartOrange nove luoghi in cui andare per poter vivere un’esperienza irripetibile.

USA: il Grand Canyon, un secolo di vita – Il 2019 è l’anno delle “Centennial Celebrations” del Grand Canyon National Park in Arizona: l’anno prossimo sarà dunque il periodo migliore per visitare questo e altri parchi americani, perché ci saranno moltissime iniziative speciali, tra mostre, concerti e celebrazioni di ogni tipo.

Mondiali di rugby in Giappone – I mondiali di rugby che si terranno tra settembre e novembre attireranno numerosi turisti, e in più si stanno ultimando i preparativi per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Tutto è pronto per accogliere i visitatori che potranno assistere al Takayama Matsuri di ottobre, uno dei più importanti festival giapponesi. Per completare, una serata al Kokugikan di Tokyo a settembre, oppure a Fukuoka (Kokusai Center) a novembre, per assistere al torneo di Sumo.

Architettura del futuro in Cina – Oggi un viaggio nel Paese della Grande muraglia deve comprendere almeno una sosta nei nuovi musei, come il Guardian Art Center a Pechino, il Tai Kwun Center for Heritage and Arts a Hong Kong e l’ultimissimo arrivato, il TANK a Shanghai, che dovrebbe inaugurare a marzo 2019. Per chi ama la tradizione, da Shanghai, prendendo il Maglev (treno a levitazione magnetica), è possibile visitare le antiche città d’acqua famose per le architetture tradizionali cinesi e i ponticelli che collegano le viette ospitanti botteghe e case tradizionali.

Il museo del design in Scozia – La Scozia è una meta nota agli italiani soprattutto per i castelli, gli scenari naturali, le tradizioni. La novità è che sta diventando un polo di attrazione per gli amanti del design.Infatti, il nuovo Victoria and Albert Museum a Dundee, inaugurato appena lo scorso settembre, si candida ad essere una delle mete culturali più interessanti dei prossimi anni e promette di riqualificare una zona poco frequentata e conosciuta.

Monasteri buddhisti in Sud Corea – In questo Paese dell’Estremo Oriente ci sono molti luoghi da scoprire, come gli stupendi monasteri buddisti del meridione, che sono da poco entrati a far parte della lista dei patrimoni dell’umanità protetti dall’Unesco.

In Marocco con Papa Francesco – Papa Francesco sarà il secondo pontefice a visitare il Marocco fra il 30 e il 31 marzo prossimi. Oltre alla capitale, Rabat, e a Casablanca, la città più grande e il principale centro economico, CartOrange consiglia un soggiorno in riad nella mitica medina di Marrakesh per godersi ogni angolo e viuzza, fino a giungere nella bellissima Piazza di Jemaa El Fna per godersi lo spettacolo degli incantatori di serpenti, farsi disegnare un tatuaggio all’henné e assaporare delle prelibatezze della cucina tipica.

Nuovi alberghi in Giordania – Un Paese mediorientale da visitare in comodità e sicurezza è la Giordania, che negli ultimi anni ha investito molto nel turismo, forte della presenza di strepitosi siti archeologici che oggi si avvalgono di nuovi e confortevoli di hotel e resort nelle principali città, a Petra e sul Mar Morto. Ma a essere magico è il deserto: come il Wadi Rum, il più grande della Giordania, da esplorare con un’escursione in jeep 4×4.

Nei Balcani per la musica – I Paesi della ex Yugoslavia si stanno affermando come meta prediletta dai giovani per via dei prezzi contenuti e dell’offerta turistica sempre più ricca. Nel 2019 ci sarà fermento per alcuni festival musicali emergenti, come l’Ultra Europe in Croazia (Spalato, 12-14 luglio) per la musica elettronica. Da non dimenticare anche EXIT festival in Serbia, a Novi Sad (4-7 luglio) e anche Sea Dance a Budva (agosto, date da definire), occasione per scoprire il magnifico mare del Montenegro.

In Finlandia con i bambini – Viaggiare con i bambini vuol dire pensare costantemente a come interessarli e intrattenerli, e i Paesi del Nord Europa sono pieni di proposte ed eventi dedicati proprio ai più piccoli. in Finlandia a Tampere è aperto il museo dei Mumin, i personaggi creati da Tove Jansson, ed è pieno di attrazioni interattive. Da non perdere nel 2019 anche il Carnevale di Lahti, il festival di teatro per bambini a Kouvola e Hippalot, festival di arte che coinvolge grandi e piccoli a Hämenlinna.

Lo abbiamo visto nei film, nelle serie TV e anche in diversi servizi che ne parlano:

il Natale negli USA è un evento da non perdere.

Per gli americani è una festa particolarmente sentita e visto che hanno l’abitudine di mostrare (a volte anche eccessivamente) le loro emozioni, le città a dicembre diventano ancora più impressionanti.

È decisamente una buona idea scegliere il periodo natalizio per un viaggio negli Stati Uniti, ma ricordatevi di preparare per tempo tutto il necessario prima del viaggio, come il passaporto con il microchip elettronico, l’autorizzazione al viaggio ESTA e anche un’assicurazione idonea, visto la carissima sanità statunitense.

Andiamo al dunque e vediamo 8 mete da tenere in considerazione per una vacanza di Natale negli USA.

Orlando:

per le vacanze di Natale Orlando e i suoi parchi (come il Walt Disney World, Legoland, gli Universal Studios, ecc…) diventano più magici che mai. Vengono organizzate feste, sfilate, fuochi, nevicate artificiali e molto altro. Le attrazioni sono veramente tante, le spiagge indimenticabili della Florida sono vicinissime quindi… quale meta migliore per chi vuole rilassarsi abbronzandosi, ma anche divertirsi e infine non perdere l’atmosfera natalizia?.

New Orleans:

concerti di Natale e centinaia di abitanti e turisti nel pieno spirito natalizio che si riuniscono e cantano i “Christmas Carols” (i canti di Natale) in Jackson Square. Un’atmosfera magica che non lascia nessun turista indifferente e che coinvolgerà anche le persone meno abituate a questo tipo di “manifestazioni pubbliche”.

New York:

non c’è molto da aggiungere, tutti i film e serie TV mostrano la magia che aleggia nella Grande Mela nel periodo di Natale. Tra le visite immancabili a New York ci sono quella all’albero di Natale gigante del Rockefeller Center e alla più famosa pista di pattinaggio sul ghiaccio del mondo nel Winter Village del Bryant Park.

La California:

chi ha detto che per pattinare bisogna per forza andare a New York? In California ci sono moltissime attrazioni natalizie. Per esempio la città di Los Angeles (come al dire il vero anche altre metropoli statunitensi) installa una pista di pattinaggio sul ghiaccio in Pershing Square e organizza altri numerosi eventi a tema. A San Francisco c’è inoltre l’enorme albero di Natale che illumina Union Square, mentre a San Diego ci si può godere un Natale in stile senza soffrire il freddo.

Miami:

impossibile non nominare quest’altra famosa destinazione natalizia statunitense. Dopo Orlando, Miami è un’altra meta imperdibile sia per chi vuole godersi il sole e il mare d’inverno, sia per chi ama il divertimento e il caos. Nonostante quello che possono trasmettere i classici cinepanettoni natalizi, il Natale a Miami è una vacanza adatta a tutti.

Las Vegas:

una meta che ha ben poco di natalizio, ma che può essere sicuramente un modo diverso di passare la vacanze di Natale. Niente impedisce di fare il cenone altrove! Ma il resto delle vacanze tentare la fortuna in uno dei tanti casinò della Sin City può essere elettrizzante, sicuramente originale e indimenticabile.

fonte italiachiamaitalia

Un’estate come le altre, soliti luoghi, solito mare, solita famiglia, soliti incontri, però quello che cambia è vedere crescere il proprio figlio nel contesto che tu conosci bene a memoria, di cui sai i profumi ed i sapori inconfondibili di una terra che non si smentisce mai: a SICILIA!

Matre santa! Se si veni a sapiri ‘sta storia capace che mi futto matrimonio e carrera. Che potemo fari?

Il nostro viaggio inizia a fine Luglio e termina a fine Agosto, troppo direi, ma con coraggio, senza troppo organizzare, abbiamo “a famigghia” che ci aspetta.

Un libro di Cammilleri ricevuto in regalo prima di partire, valigie piene fino a scoppiare e si parte!

35 giorni di solita routine che si trasformano in una festa quando arriviamo al RESORT ATHENA , località Scoglitti, provincia di Ragusa. Parenti, vecchie e nuove conoscenze che si trasformano in amicizie e serate di cene a base di pesce e spaghettate di mezzanotte. Eh sì purtroppo quando parti per la Sicilia non puoi rifiutare l’abbondanza che ti aspetta. Quasi bisognerebbe prepararsi.. a digiuno per dieci giorni prima di partire.

La vacanza formato famiglia si dimostra un’insolita scoperta se il protagonista principale, dopo tanti anni, non sei te ma tuo figlio Leonardo. Come uno spettatore osservi lo spettacolo della vita che passa in fretta e la crescita di un piccolo ometto di soli 2 anni che si diverte a cantare, ballare e giocare coi cuginetti. Ci ospitano Ezio e Maria, cognato e cognata che hanno pensato bene dopo tanti anni di prendere casa dentro il Resort. In pratica è come avere una villa per le vacanze al mare dentro un parco divertimenti, con animazione Alpitour compresa, o relax a seconda dei gusti, degli orari e delle zone (leggere bene le istruzioni alla reception dell’hotel )

Le tappe sono anche …

A Siracusa si trova una “famigghia”. Nonna Clelia e Nonno “Nuccio” organizzano una festa di compleanno a Leo per i suoi 2 anni dallo Zio Romualdo che sa di rimpatriata generale fra pizzette, arancini, torta e soffio di candeline che quasi si “piscia” dalle risate. I parenti dell’Ecuador, i ricordi di una vita ed il cugino con la passione del volo con il suo areo. Immancabile sosta la sera a cena per l’esperienza culinaria dallo Chef Maurizio detto “il Macallè” a Ortigia e la passeggiata fra l’architettura barocca siracusana (questa è una marchetta per il fratello chef). A Niscemi un’altra “famigghia”, diciottesimo dei nipoti gemelli Davide e Simone, la festa della Santa Patrona e la vita di paese tra un mercatino, un arancino ed un aperitivo in compagnia di vecchi amici.

Tra un festeggiamento e l’altro poi capita ti dimenticare il compleanno del tuo migliore amico e testimone di nozze ed il pranzo dell’anniversario di matrimonio, il tuo compleanno in spiaggia con l’amico Alessandro trasferitosi a Londra, il weekend a Modica e Pozzallo in tema benessere di coppia e ralax con Giovanna, Carmelo e Giorgia, le docce all’aperto, l’aperitivo lounge al bar del resort, le ostriche, i gamberoni e la spaghettata con bottarga, i selfie e Vincenzo che è un vulcano e se hai sonno non smette di parlare, la festa in piscina, il ferragosto hawaiano, la laurea della cugina etc etc.

35 giorni son tanti, forse troppi, ed ogni anno ci si mette di buon impegno per non tornare in Sicilia e fare altro, ma come si fa adesso che ha conosciuto tutti i cuginetti, i nonni, gli zii, gli amici. Adesso ci tocca tornare tutti gli anni e l’idea stavolta mi preoccupa meno, basta vedere il suo sorriso tutto il giorno e la salute che sprizza dai suoi pori. Il medico aveva ragione “lo porti a respirare l’aria del mare, vedrà come cambia tutto”.

 

Dove i desideri diventano realtà Thailandia!

Se sognate un luogo dove trovare magia e fascino abbinate a spiagge paradisiache e acque cristalline, locali chic e all’ultima moda, ma anche sontuosi e suggestivi siti archeologici… allora state sognando la Thailandia! Il fascino postmoderno della capitale Bangkok, metropoli multiculturale in continua trasformazione, non potrà non trascinarvi nel suo mondo frenetico e vivace! Da nessuna altra parte come in Thailandia è possibile soggiornare in hotel dalla raffinatezza insuperabile e nello stesso tempo immergersi in atmosfere e ricordi di memorie antiche dei templi buddisti e dei siti archeologici. L’incanto, la meraviglia ed il fascino della Thailandia vi toccherà il cuore!

compila il form qui sotto per richiedere informazioni oggi!